Books

Di terra, di mare, di cielo

Incontro con l’autrice

Di terra, di mare, di cielo è il romanzo d’esordio di Barbara Cobianchi. Ho avuto il piacere di incontrare Barbara in occasione dell’organizzazione dei gruppi di lettura. http://unattimopernoi.com/category/books/ . In quel momento cercavo scrittori emergenti disposti a presentare il loro libro e venni contattata dall’ufficio stampa della Biplane Edizioni. Mi proposero di conoscere alcuni loro scrittori inviandomi prima i diversi comunicati stampa da cui avrei potuto trarre informazioni.

Ho scelto il libro di Barbara trasportata dall’istinto in quanto avevo letto che si svolgeva prevalentemente a Torino città a cui sono molto legata. Poi ho conosciuto Barbara una sera di dicembre facendo con lei una videochiamata.

La città di Torino
Luogo principale in cui si svolge il romanzo

Sarei stata a parlare con lei ore fin da subito anche se non ci conoscevamo. Il suo modo di parlare e i contenuti di ciò che diceva mi hanno incantata. Farla partecipare ai miei gruppi di lettura mi è sembravo doveroso, leggere il suo libro ancora di più.

Di terra, di mare, di cielo: il concetto di “diverso”

Quattro sono i protagonisti principali: una coppia di uomini, la loro figlia ed un ragazzo che non riesce a smettere di sognare.

Trattando temi importanti “di terra, di mare, di cielo” spinge il lettore a riflettere prima di tutto sul concetto di diversità. Ciò che è diverso fa paura. Forse perché non lo conosciamo abbastanza o forse solo perché non riusciamo a comprendere che ognuno di noi è diverso a suo modo. Il romanzo di Barbara evidenzia come anche le cose più semplici e naturali possono in determinati contesti apparire “diverso”: come ad esempio i sogni. Siamo abituati a pensare che lo straniero sia il diverso, che l’omossessuale sia diverso. Ma se non fossimo capaci di sognare anche il sognatore ci parrebbe un diverso.

Il sogno
la capacità di sognare

Con di terra, di mare, di cielo si legge una favola per adulti

Leggendo di terra, di mare, di cielo ho potuto vedere il tentativo dell’autrice di andare oltre gli stereotipi. Siamo abituati a pensare che solo alcune determinate culture spingano alla violenza. Barbara nel suo libro ci mette difronte ad una violenza che nasce, cresce e sfocia dove manca la capacità di accettare l’altro.

Il romanzo di Barbara riesce a far emergere con forza valori importanti che si legano con la nostra vita sociale come appunto l’integrazione. Valori importanti che si legano anche alla nostra vita privata come il concetto di “casa” e di “famiglia”. Questi sono i luoghi dove è giusto tornare quando ne sentiamo il bisogno o solo quando siamo riusciti a trovare il nostro posto nel mondo.

Ci sono tanti argomenti, valori, spunti di confronto in di terra, di mare, di cielo ma il tutto è raccontato come se fosse una favola.

Conclusioni

Ciò che avevo pensato di Barbara parlandoci inizialmente è stato confermato da questo romanzo. C’è tanto di Barbara nel suo romanzo soprattutto la sua intelligenza, la sua apertura mentale ed anche la sua dolcezza. Ho avuto il piacere di avere Barbara come prima ospite della mia nuova rubrica “Chiacchiere tra i libri”, di cui vi lascio il link. https://www.youtube.com/watch?v=kdf8yckDR98. Invito ad andare a vederlo perché vi renderete conto da soli di quanto Barbara e il suo romanzo di terra, di mare, di cielo possano veramente raccontare.

Buona lettura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Share via
Copy link
Powered by Social Snap